Disciplina antisismica

Dal 1° giungo 2010 è entrato in vigore il titolo IV della L.R. 19/08 recante "norme per la riduzione del rischio sismico".

La Regione Emilia-Romagna con la delibera di Giunta n. 1878 del 19/12/2011, pubblicata sul BURERT n. 22 del 2 febbraio 2012 ed in vigore, dunque, dal 2 febbraio scorso, interviene con una ulteriore significativa misura di semplificazione dei procedimenti in materia sismica, adottando la Modulistica Unificata Regionale (MUR), cioè una modulistica uniforme, da utilizzare in tutto il territorio regionale, relativa agli atti richiesti dalla legge regionale per la riduzione del rischio sismico.
Dal 2 febbraio scorso, dunque, su tutto il territorio della regione Emilia-Romagna, dovrà essere utilizzata la Modulistica Unificata Regionale (MUR) con l'uniforme e omogeneo svolgimento dei procedimenti amministrativi e con la possibilità di trasmissione e gestione telematica delle pratiche sismiche.

Il citato bollettino monografico n. 22 del 2 febbraio contiene anche la Modulistica Unificata Regionale (MUR) in cui ogni modulo è contrassegnato da un codice identificativo, nel quale la lettera utilizzata fa riferimento alla procedura per la quale lo stesso deve essere utilizzato:
MUR A - per i procedimenti autorizzativi;
MUR D - per i procedimenti relativi alle denunce di deposito;
MUR V - per i procedimenti relativi al deposito delle verifiche tecniche/valutazioni della sicurezza.

I moduli che presentano un doppio codice si utilizzano in entrambe le procedure ivi indicate.
I moduli sono ordinati secondo le diverse fasi del procedimento.