ACIRPEF - Addizionale Comunale all'IRPEF

Per l'anno 2012 l'aliquota dell'addizionale comunale all'IRPEF è applicata nella seguente misura:

  • aliquota unica  di 0,8 punti percentuali.

Soglia di ESENZIONE:

Non si fa luogo all’applicazione dell’addizionale comunale all’IRPEF, quando il reddito imponibile complessivo annuo risulta inferiore o uguale ad € 10.000,00= (diecimila). Se il reddito imponibile supera la soglia di esenzione, l’addizionale dovuta è calcolata applicando l’aliquota di cui all’articolo 2 al reddito imponibile complessivo.
 
Come da delibera del Consiglio Comunale, atto del 06.02.2012, n.7, che ha modificato il “Regolamento comunale per l’applicazione dell’aliquota di compartecipazione dell’addizionale comunale all’IRPEF”.
 
ADDIZIONALE COMUNALE all’IRPEF
Istituzione
L'addizionale comunale all'IRPEF è stata istituita con decreto legislativo a decorrere dal 1° gennaio 1999 (D.Lgs. 28.09.1998, n.360). Il Comune di Noceto l'ha istituita a far data dall'anno d'imposta 2002.
Presupposto soggettivo
Soggetti passivi. Al pagamento dell'addizionale sono tenuti tutti i contribuenti sui redditi dei quali risulta l'IRPEF. Per i redditi di lavoro dipendente e assimilati l'addizionale è trattenuta dai sostituti d'imposta all'atto della effettuazione delle operazioni di conguaglio.
Soggetti attivi. L'addizionale è dovuta al comune nel quale il contribuente ha il domicilio fiscale alla data del 31 dicembre dell'anno d'imposta di riferimento. La ripartizione delle somme ai comuni è effettuata dal Ministero dell'Interno sulla base dei dati forniti dal Ministero delle Finanze.
Aliquota aggiuntiva
Dal 2007, i comuni hanno la facoltà di deliberare la variazione dell'aliquota di compartecipazione fino ad un massimo dello 0,8 per cento.
 
Il servizio consente ai cittadini e alle imprese la consultazione dei dati aggiornati e storici per effettuare i pagamenti dei tributi.